13ª Edizione Crediamo ai tuoi occhi
21 Settembre - 17 Novembre
Associazione Culturale Ezzelino Fotoclub
Cento anni dopo…
Sezione Autoedizione

Esattamente 100 anni fa terminavano gli eventi bellici che interessarono con estrema violenza il territorio del Monte Grappa. La disfatta di Caporetto e la precipitosa ritirata dell’esercito italiano trasformarono l’intero massiccio montuoso, fino ad allora non coinvolto nelle battaglie, in uno dei fulcri della difesa all’invasione della pianura veneta da parte dell’esercito austroungarico.
Le ingenti opere militari realizzate e la distruzione creata dalle battaglie hanno trasformato il territorio; gli avvenimenti, le imprese, la desolazione di chi ha vissuto e sofferto questa grande tragedia, hanno cambiato la percezione di quella che fino ad allora era considerata invece l’ “Alpe Madre”.
L’Associazione Culturale Ezzelino Fotoclub, attraverso la fotografia, ha voluto raccontare questa storia e la realtà di un luogo che da quel momento non è più stato lo stesso, sia fisicamente che nella percezione collettiva, e che da questo evento ha visto trasformata tutta la sua evoluzione successiva.
Il libro si compone delle ricerche di 13 soci e di un lavoro collettivo, nei quali sono stati sviluppati temi ed argomenti in modo personale, raccontando il territorio con ricerche prettamente geografiche o sfruttandolo con finalità concettuali, o, in alternativa, tentando di descrivere gli stati d’animo e le situazioni di chi lì ha sofferto.

Associazione Culturale Ezzelino Fotoclub

Biografia

Sorto a Fellette il 5 Marzo 1983, il fotoclub ha preso il via alla fine di un corso per apprendere la tecnica fotografica. Una ventina tra quelli che lo frequentarono, decisero di continuare a trovarsi per diffondere questo hobby, comunicare esperienze ed esigenze comuni. Da allora l’attività del gruppo si è sviluppata con continuità, fino a fargli assumere importanza a livello nazionale, sia per i riconoscimenti ottenuti dai soci, che per le attività svolte. Nel 1999 la FIAF ha insignito l’Ezzelino Fotoclub del titolo BFI per la qualità delle iniziative svolte per la promozione della fotografia fotoamatoriale, ed in particolar modo per l’organizzazione del Concorso Nazionale “Sette Colli” dal 1991 al 2000. L’organizzazione raccoglie in media oltre una trentina di soci all’anno. Le serate si svolgono tra proiezioni di diapositive dei soci stessi, con scambio d’opinioni alla ricerca di migliori immagini, e nell’organizzazione di eventuali corsi, mostre e concorsi.
Favorire tra i soci lo studio, la conoscenza dei problemi mediante aggiornamenti teorici-pratici, conferenze, mostre e concorsi fotografici, pubblicazioni; è questa la strada che l’Ezzelino Fotoclub annualmente percorre con un programma continuo e vario, intesi a qualificare i componenti del gruppo e ad offrire occasioni didattico - culturali agli appassionati di fotografia amatoriale. Nel 1991, in collaborazione con il Circolo Fotografico di Bjelowar e il Ministero Informazioni Croazia, l’Ezzelino Fotoclub è stato promotore di una mostra/dossier sulla Guerra dell’ex Iugoslavia, con materiale inedito pervenuto direttamente dalla Croazia. In collaborazione con il Comune di Romano d’Ezzelino è stato realizzato il calendario 1998 sulla raccolta differenziata dei rifiuti urbani.
Dal 1991 al 2000 l’Ezzelino Fotoclub, ha organizzato il Concorso Fotografico Nazionale “Sette Colli”. Questa manifestazione, nata per far conoscere nella nostra zona la realtà della fotografia amatoriale Italiana, si è affermata a livello nazionale divenendo un appuntamento fisso nel calendario delle manifestazioni culturali del Comune di Romano d’Ezzelino oltre che fra le manifestazioni della FIAF, ottenendo la menzione speciale FIAF negli anni 1996-1997.
Da Dicembre 2008 l’Ezzelino fotoclub diventa Associazione Culturale Ezzelino Fotoclub.