Bibbiena Città della Fotografia
Dal 9 ottobre 2016
Maurizio Galimberti
Johnny Depp, 2003

Nato a Como nel 1956. Dopo l’iniziale esperienza amatoriale, decide di dedicarsi a tempo pieno alla fotografia. Ha legato il suo nome all’uso della pellicola a sviluppo istantaneo; Instant Artist di fama internazionale, da circa ventisei anni, usa stabilmente Polaroid.
Realizza foto singole, manipolazioni in fase di sviluppo, transfer (trasferimenti di immagini su carta), ready-made, ritratti, figure e paesaggi a mosaico. Privilegia la fotografia di ricerca attraverso il concetto del ritmo e del movimento, tipico degli artisti futuristi e cubisti. In particolare, rivisita la giustapposizione di singoli frammenti fotografici realizzando innovativi Mosaici Fotografici.
Ha esposto i suoi lavori in prestigiose gallerie in tutto il mondo.
Tra il 1997 e il 1999 realizza due importanti lavori per le città di Parigi e Lisbona, da qui comincia la riflessione sull’importanza di saper raccontare la storia, la musica, il vissuto di un luogo attraverso le immagini.
Nel 2003 dedicherà il suo lavoro alla realizzazione del volume Viaggio in Italia, a cura di Denis Curti, un racconto di alcuni luoghi del nostro paese attraverso le singole polaroid. Nel 2006, durante il suo primo viaggio a New York, comincia la sua ricerca sulla luce, sull’energia ispirata da questa nuova città che per l’artista diviene la rappresentazione ideale del mondo contemporaneo. A questa città dedicherà un ulteriore lavoro del 2010 realizzando un’importante corpus di Polaroid Singole e di Mosaici. A New York seguiranno i lavori monografici su altre città come Berlino, Venezia e Napoli.